Concordia Sagittaria

La basilica viene costruita alla fine del IV sec. d.C. per dotare rapidamente Concordia Sagittaria, prima di Aquileia, di un edificio in grado di ospitare le reliquie degli Apostoli Andrea e Tommaso, di San Giovanni Battista, di San Luca e San Giovanni Evangelista. La velocità dell’esecuzione si tradusse nella realizzazione di una chiesa, molto semplice e spoglia, abbellita a più riprese nel corso del V-VI sec. d.C. da interventi strutturali (aggiunta dell’atrio, realizzazione di un’abside semicircolare con ambienti di servizio laterali) e decorativi (nuove pavimentazione in mosaico ed arredi architettonici). Contestualmente a questi interventi di “monumentalizzazione”, sorge accanto alla basilica, forse agli inizi del V sec. d.C., un edificio più piccolo con terminazione a tre absidi (trichora), in seguito ingrandito con la copertura dello spazio antistante del cortile e l’aggiunta di un atrio porticato in cui trovano spazio numerose sepolture.