Adria

Adria, frequentata a partire dal periodo compreso tra XIV e XIII sec. a.C., fu un’importante città etrusca, ellenistica e romana. Poche sono le conoscenze che abbiamo sulle caratteristiche urbanistiche di Adria etrusca, ma le ricerche condotte nel 2004 in via ex Riformati ci informano su alcune particolarità dell’edilizia e dell’organizzazione della città.
La città etrusca di Adria sorge in un territorio ‘anfibio’, caratterizzato dalla presenza di un antico ramo del fiume Po all’interno di un sistema di lagune e che fu organizzato a partire dai primi decenni del VI secolo a.C. con una serie di canali che, alternandosi e allineandosi con le strade, formavano un regolare disegno e consentivano un efficace drenaggio del suolo.
L’edificio individuato nel 2004 è una casa-laboratorio, in cui i diversi vani erano adibiti a diverse funzioni, residenziali e produttive.
L’edificio, impostato su di un imponente podio sabbioso e costituito da una intelaiatura lignea portante tamponata con limi e argilla e tetto probabilmente in paglia, viene ripristinato e ristrutturato almeno due volte in meno di un secolo, denunciando la precarietà di queste costruzioni che necessitavano di una manutenzione continua.